L’ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP SBARCA A CANNES

09.09.2014

Dalle colline modenesi alla Croisette di Cannes, il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP va in trasferta ed è protagonista al salone nautico più atteso dagli appassionati. Il Cannes Yachting Festival è l’esclusivo palcoscenico per il debutto all’estero del Consorzio, per la prima volta presente in uno dei più rinomati appuntamenti della nautica mondiale. L’occasione è una partnership con il gruppo Azimut-Benetti, primo produttore al mondo di yacht di lusso che a Cannes scende in campo con anteprime che hanno come elementi di forza e seduzione il design, l’innovazione, lo spirito sportivo e – più di tutto- il “Being Italian”.

Dal 10 al 12 settembre, presso lo spazio Azimut, il Consorzio offrirà ai selezionatissimi ospiti presenti, 700 al giorno, assaggi, degustazioni, elaborazioni per veri gourmet dimostrando la versatilità e l’enorme potenziale  dell’Aceto Balsamico di Modena. Gran finale venerdì  12, durante la “notte italiana”: una vera festa per celebrare l’eccellenza del “made in Italy”.

Come Azimut Benetti, anche il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP presenta numeri da primato. Una produzione in volume di oltre 90 milioni di litri con un valore di mercato di oltre 600 milioni di euro, una quota export che supera il 90% della produzione totale raggiungendo oltre 120 paesi nel mondo, circa 70 Acetaie per oltre 1000 operatori coinvolti e un totale di oltre 200 milioni di bottiglie vendute l'anno.

Il volume d’affari che caratterizza questa produzione tipica, e il sempre crescente interesse da parte dei consumatori, rappresentano il motivo principale che ha portato alla creazione del Consorzio di Tutela dell'Aceto Balsamico di Modena che con la sua costituzione, nel dicembre 2013, ha contribuito alla nascita del quarto polo dell'agroalimentare italiano per valore e primo per l'esportazione. Fra i suoi obiettivi la tutela, la promozione, valorizzazione e cura generale del prodotto ma anche compiti specifici legati alla salvaguardia, vigilanza, abusi e usi impropri della denominazione. “I Consorzi nascono proprio per evitare che si creino queste distorsioni sul mercato – afferma il Direttore , l’Avv. Federico Desimoniquindi dobbiamo lavorare su pulizia del mercato e corretto utilizzo dell’IGP. Inoltre, con il nostro Organismo di Controllo (CSQA) stiamo progettando integrazioni al Piano di Controllo che permetteranno di incrementare le verifiche sulle materie prime. Inoltre, abbiamo già diffuso una nota informativa dettagliata circa le situazioni di irregolarità relative alle denominazioni di vendita per prodotti simili al nostro. Siamo particolarmente lieti di questa partnership con Azimut perché L’attenzione ai mercati internazionali e occasioni di visibilità e promozione come questa di Cannes sono per noi preziose per spiegare e dimostrare, attraverso la degustazione guidata del prodotto, perché l’Aceto Balsamico di Modena sia unico e inimitabile”.

Frutto delle terre emiliane e di una sapienza millenaria, l’Aceto Balsamico di Modena si presenta limpido e brillante, di colore bruno intenso, tendente al nero, di sapore agrodolce con armonia fra acidità e dolcezza, con un profumo leggermente acetico e delicato, durevole, con eventuali note legnose. È ottenuto esclusivamente da vitigni di Lambrusco, Sangiovese, Trebbiano, Albana, Ancellotta, Fortana e Montuni. È ottenuto da mosto cotto o concentrato, con l'aggiunta di una parte di aceto di vino, e con una maturazione in botte da un minimo di 60 giorni, fino a oltre 3 anni per il prodotto dichiarato 'invecchiato' in etichetta. La fermentazione avviene da subito in grossi tini, e da qui passa poi in botti costruite in legni pregiati quali il rovere, il castagno, la quercia, il gelso e il ginepro.

Per conoscere più da vicino questo prodotto vai al sito www.spaziobalsamico.it, seguici su Facebook https://www.facebook.com/spaziobalsamico e twitter @spaziobalsamico oppure prenotati per un fine settimana insolito da trascorrere fra le meraviglie architettoniche e gastronomiche di Modena per Acetaie Aperte, l’evento organizzato dal Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena e dal Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena per il 27 e 28 settembre.